APERTO TUTTI I GIORNI PISCINA E PALESTRA
da Lunedì a Venerdì 8.00 - 22.00
Sabato, Domenica e festivi 9.00 - 20.00
OASI BENESSERE
da Lunedì a Venerdì 10.00 - 21.30
Sabato, Domenica e festivi 10.00 - 20.00
MEDICAL
APERTO NEI FERIALI | da Lunedì a Venerdì 10.00 - 18.00.
ESTETICA
da Lunedì a Domenica 9.00 - 20.00
PARRUCCHIERI
LUNEDÌ CHIUSO | da Martedì a Domenica 9.00 - 20.00
BAR - RISTORANTE
da Lunedì a Sabato 7.00 - 22.30
Domenica 7.00 - 20.30

L'esperienza dei nostri ragazzi

21
Set

Agonismo: perché il nuoto è una droga positiva

Dice Alessandro Zanardi:

Ci si può drogare di cose buone e una di queste è certamente lo sport

Ci piace iniziare così questo racconto perché è proprio quello che traspare dalle parole dei ragazzi delle nostre squadre di nuoto, in particolare la squadra Agonismo.

Loro hanno già ripreso gli allenamenti in vista dei primi impegni ufficiali della nuova stagione, ma soprattutto sono tornati perché non riescono a stare lontani dalla piscina e dal nuoto.

Se il nuoto è la tua passione, fallo sul serio

squadra agonismo q-bo wellnessIl nuoto è uno sport faticoso, che richiede tanti sacrifici e tanto impegno, non possiamo negarlo. Ce lo aveva confermato anche Matteo Giunta quando lo abbiamo incontrato a Verona la scorsa stagione.

Eppure i nostri ragazzi non hanno dubbi: più nuotano e più nuotare è un piacere. L’allenatore della squadra Agonismo, Gianluca Ripari, aveva individuato il loro potenziale tempo prima e ne aveva parlato con loro. Ciò che più li ha convinti però ad iniziare il percorso agonistico non è stato questo: è stata la passione che sentivano crescere in loro giorno dopo giorno ad abbattere tutte le obiezioni!

Del resto l’idea delle squadre di nuoto e del Team Q-bo nasce proprio da qui: come proseguire il lavoro iniziato con i bambini e i ragazzi dei corsi? Come creare per loro nuovi stimoli? Il nostro coordinatore di vasca Luigi Finucci è sicuro che il confronto con se stessi e con gli altri negli allenamenti e nelle gare (sotto la guida degli allenatori) possa essere un momento fondamentale per la loro crescita globale. E’ per questo che non smette mai di invitare i suoi alunni a prendere sul serio la passione per il nuoto ed entrare nella Academy di Q-bo!

Nuoto agonistico: un’occasione di crescita personale

la squadra agonismo q-bo wellness a terniI ragazzi della squadra Agonismo sono ragazzi come tanti: frequentano la scuola, escono con gli amici e devono affrontare le difficoltà dell’adolescenza come il rapporto con i coetanei e con gli adulti, le grandi domande sul futuro, il rapporto con il proprio corpo.

Tutti ammettono di essere cambiati molto grazie alla squadra. Innanzitutto hanno trovato una “famiglia”, come scrivono nei social. Sono un bel gruppetto affiatato e questo sfata un po’ il mito del nuoto come sport “solitario”. E’ vero, in vasca sei da solo a nuotare, ma quando riemergi trovi sempre i tuoi compagni ad aspettarti al blocco e l’allenatore a bordo vasca.

Manuel e gli altri ci raccontano di come sia cambiato anche il loro modo di affrontare le circostanze quotidiane e il rapporto con gli altri. Ad esempio, si sono accorti di essere più aperti e socievoli, di non temere più di fermarsi a parlare con persone nuove. Hanno notato anche di avere imparato ad ascoltare di più e a mettersi in gioco nei rapporti senza paura di sbagliare.

Nuoto agonistico: un aiuto o un ostacolo per gli studenti?

Una delle obiezioni più comuni quando si parla di nuoto agonistico con i ragazzi e le loro famiglie è rappresentata dall’impegno della scuola. Abbiamo chiesto ai nostri ragazzi come hanno vissuto questo dualismo e se per loro essere un atleta è stato un ostacolo. Le risposte non lasciano dubbi.

Quello che emerge è che sì, all’inizio è difficile conciliare gli impegni. I nostri ragazzi non negano di aver provato imbarazzo nel fare pranzo a scuola per poi venire agli allenamenti o a studiare nello spogliatoio. Tutti però concordano nel dire che è stato il nuoto stesso ad aiutarli:

E’ come se gli allenamenti mi aprissero la mente e ora riesco a studiare meglio.

Nuoto agonistico: una droga positiva

I nostri ragazzi non sono indenni dalla fatica e dalla tentazione di mollare tutto. Succede anche ai più grandi campioni e anche in questo caso ciò che emerge dalla chiacchierata con loro conferma quanto ci disse Matteo Giunta: bisogna divertirsi tanto per continuare a gareggiare. Manuel ci dice:

Squadra Agonismo q-bo wellnessSì mi è capitato di pensare “smetto”, soprattutto quando ero infortunato, ma la passione per il nuoto cresceva ad ogni allenamento e ogni giorno era più forte.

E’ una sensazione unica quella che mi regala l’acqua, speciale, che nient’altro riesce a darmi. Mi dà la possibilità di esprimere il meglio di me e mi ha insegnato a lottare nonostante gli ostacoli, a cercare di superare i miei limiti e che tutto prima o poi viene ripagato. Quindi, quando pensavo di smettere, in realtà stavo mentendo a me stesso. Per me il nuoto è diventato come il migliore amico: entro in acqua e mi sfogo di tutto.

Se dovessi invitare qualcuno ad entrare nella squadra direi di non starci molto a pensare. Se il nuoto ti piace veramente vieni, perché una volta iniziati gli allenamenti e le gare ti piacerà così tanto che non riuscirai a smettere. Il nuoto è la droga più salutare che esiste.

I nostri ragazzi ti hanno convinto? Entra anche tu nella Squadra Agonismo!

Chiamaci e chiedi di parlare con il coordinatore Luigi Finucci o con l’allenatore Gianluca Ripari!

Chiama ora