loader image

Benedetta: costruisco il mio corpo per ballare al meglio

22 anni, ballerina professionista, ci ha raccontato come l’allenamento in palestra con il suo Personal Trainer la stia aiutando a raggiungere i suoi obiettivi nel lavoro.

Da Fermo a Maastricht a passo di danza

Benedetta è fermana e come molte altre bambine ha iniziato a studiare danza da piccolissima. Aveva solo 2 anni e mezzo quando i genitori l’hanno iscritta alla scuola Nasco Danza di Porto San Giorgio.

Praticamente ho imparato a ballare prima di camminare

ci racconta sorridendo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da (@benedetta_cimadamore)

Ho lasciato l’Italia a 11 anni per continuare a studiare danza prima a Vienna, poi a Monte Carlo e infine a Cannes dove mi sono diplomata nel 2020 presso l’accademia Rosella Hightower.

Da 2 anni Benedetta lavora come ballerina professionista a Maastricht.

Sono diplomata in danza classica e contemporanea, ma ballo anche Hip Hop.

Ballerini come Bodybuilders: costruire il corpo è fondamentale

Benedetta Cimadamore si allena presso la palestra del q-bo wellness

Pensi ad una ballerina e non ti aspetteresti mai di vedere una ragazza allenarsi in sala pesi, con manubri da 6 kg, o sui macchinari di Technogym. Invece abbiamo incontrato Benedetta proprio in Palestra, al termine di una seduta di allenamento con il suo Personal Trainer Giorgio Bonfigli.

La mia professione richiede anche una preparazione fisica. Può sembrare strano, ma noi ballerini siamo molto simili a coloro che praticano Body Building: anche noi dobbiamo costruirci un corpo con delle caratteristiche ben precise.

Giorgio segue Benedetta da diversi anni. Il fatto che lei sia lontana non rappresenta un problema perché attraverso l’App MyWellness (l’applicazione che utilizziamo quotidianamente per impostare il percorso di tutti i nostri soci n.d.r.) e una serie di altri dispositivi e applicazioni per la rilevazione della frequenza cardiaca e della qualità del sonno, può seguire le sue sedute di allenamento, controllare i parametri ed apportare le modifiche necessarie.

Periodicamente Benedetta torna a casa e in queste occasioni incontra Giorgio in Palestra per aggiornare il programma di allenamento. Lui le mostra le modifiche, le spiega gli esercizi, le indica gli aspetti su cui concentrarsi e i particolari a cui fare attenzione.

Per ballare devi conoscere la tecnica, e quella si acquisisce con lo studio e il lavoro, ma è importante anche che il tuo corpo sia bello, funzionale e che tu ci stia bene dentro, che ti senta a tuo agio nel tuo corpo. E’ una ricerca della bellezza e della giusta forma.

Benedetta Cimadamore esegue esercizi di stretching presso la palestra del q-bo wellnessGuardiamo insieme a lei foto e video delle sue esibizioni e ci accorgiamo subito che in effetti, per il genere di danza che pratica, sono richieste grazia e flessibilità, ma anche muscoli forti e un corpo che funzioni tutto al meglio. Ci sono movimenti veramente difficili da svolgere, per certi versi anche acrobatici.

Da quando lavoro con Giorgio il mio corpo è cambiato moltissimo. Ad un certo punto, da ragazzina, avevo perso molto peso. Ora se guardo la me adolescente vedo una trasformazione drastica e vedo come sto raggiungendo l’idea della forma che avevo.

Non solo Personal Training: per un controllo generale del suo stato di forma, Benedetta è accompagnata anche da una nutrizionista, la Dottoressa Francesca Tiberi.

Personal Training: non pensateci troppo!

Il lavoro con il Personal Trainer per Benedetta è stato fondamentale per arrivare a costruire il suo corpo così come lo aveva immaginato e come ha bisogno per il suo mestiere.

Se qualcuno è indeciso su questo servizio e ha il dubbio se valga o meno la pena risponde sorridendo:

Non pensarci troppo!

Benedetta Cimadamore con il suo personal trainer giorgio bonfigliEd è chiaro, ascoltandola, che per lei non si tratta solamente di una questione estetica o funzionale al lavoro, quanto piuttosto di una forma di rispetto verso se stessi.

Abbiamo un solo corpo e dobbiamo curarlo al meglio. Anche se non usi il tuo corpo tutto il giorno come me, dovresti occuparti della tua forma fisica e permettere al tuo organismo di esprimersi al massimo del suo potenziale. Perché prima di tutto si tratta della tua salute.

Ci colpisce un’altra frase che le scappa, tra una chiacchiera e l’altra sul suo lavoro con Giorgio:

Ballare e allenarsi in palestra hanno una cosa in comune per me, cioè che sono sinonimi di “amare”. In entrambi i casi si tratta di una scelta ed è una cosa che richiede dedizione.

E se nell’ambito lavorativo può essere più facile scegliere un mestiere che si ama e dedicarsi a questo anima e corpo, come fa lei con la danza, per l’allenamento può essere più difficile.

In Palestra è il tuo Personal Trainer che ti mostra questa forma di amore, perché lui per primo si allena con passione. E questo amore è contagioso e ti motiva.

Lo sport è salute

La storia di Benedetta ci aiuta a comprendere quello che è diventato evidente per tutti negli ultimi anni, anche a causa dell’epidemia da COVID-19, e cioè che lo sport è salute e vita.

Gli effetti positivi del movimento su corpo e mente emergono in poco tempo, ma ancora più velocemente emergono i problemi se si smette di fare attività fisica. Per questo le competenze di un Personal Trainer possono fare la differenza: perché in ogni circostanza della vita sarà in grado di prescrivere l’attività più adeguata e finalizzata al raggiungimento di obiettivi specifici.

Se avete domande o desiderate maggiori informazioni sul servizio di Personal Training potete rivolgervi alle nostre consulenti o venire a trovarci.

[gdlr_button href=”tel:0734963970″ target=”_self” size=”max” background=”green” color=”#ffffff”]Chiama ora[/gdlr_button]

 

 

Articoli correlati