Chirurgia Estetica

Mastoplastica additiva

Lo scopo dell’intervento di Mastoplastica Additiva è qullo di migliorare l’aspetto del seno rimodellando in modo naturale attraverso l’inserimento di protesi mammaarie di ultima generazione.
Il risultato progettato dal chirurgo per durare nel tempo, sarà gradevole sia alla vista che al tatto.

Mastoplastica riduttiva

La riduzione mammaria è un intervento predisposto al fine di migliorare l’aspetto di mammelle voluminose mediante la riduzione del loro volume ed il loro rimodellamento.
L’intervento produce inoltre la riduzione di sintomi quali dolore, senso di fastidio alle mammelle, alle spalle, al collo ed alla porzione alta della colonna vertebrale.

Mastopessi

La mastopessi è una procedura chirurgica estetica piuttosto comune, ma complessa, in grado di sollevare, e rassodare il seno ceduto e molto rilassato. Il lifting del seno (mastopessi), può essere realizzato con o senza l’inserimento di protesi mammarie, fatto che dipende in ugual misura dal tipo di tessuti della paziente e da quanto desidera ottenere. Solo negli Stati Uniti nel 2005 sono state praticate circa 93.000 mastopessi (dati Asps).

Liposuzione / Liposcultura

Lo scopo dell’intervento di Liposuzione è rimuovere gli accumuli adiposi localizzati in alcune aree del corpo (addome, anche, natiche, cosce, ginocchia,mento, guance, collo…); nella variante della Liposcultura (accurata “Liposuzione superficiale”, effettuata anche immediatamente al di sotto del derma), questo intervento di chirurgia plastica si completa con un rimodellamento del profilo corporeo, efficace anche per il miglioramento dell’aspetto della cellulite. La Liposcultura è l’unica metodica che permette di rimodellare in modo definitivo gli accumuli di grasso che creano uno squilibrio tra una parte e l’altra del corpo e che sono dovuti a una caratteristica ereditaria e non al sovrappeso.

Blefaroplastica superiore o inferiore

In caso di palpebra superiore cadente e/o di borse palpebrali inferiori (Blefarocalàsi), è indicata una blefaroplastica, che consiste nell’asportazione della cute eccedente a livello delle palpebre superiori e delle inferiori e della rimozione delle borse adipose palpebrali cioè di piccoli accumuli abnormi di grasso che erniando in fuori, fanno apparire gli occhi gonfi; i punti di sutura saranno rimossi dopo circa quattro giorni dall’operazione.
Prima dell’intervento, è necessario, per la palpebra superiore, tracciare un accurato disegno per calcolare esattamente la cute in eccesso da asportare; anche alla palpebra inferiore il calcolo della cute da asportare dovrà essere molto preciso.
Per alcune ore dopo l’intervento vanno applicate sugli occhi delle garze sterili imbevute di soluzione salina fredda, al fine di ridurre l’edema e drenare piccole, possibili fuoriuscite ematiche.
La blefaroplastica è un intervento delicato, dove il chirurgo plastico deve dosare con elevata precisione la cute ed il grasso da asportare, per non incorrere in complicanze quali ad esempio l’ectropion (retrazione della palpebra da eccessiva asportazione di cute) o il lagoftalmo (apertura permanente delle palpebre); l’emostasi dovrà essere estremamente accurata, soprattutto nelle blefaroplastiche con asportazione delle borse adipose, per non incorrere nel rischio di sanguinamento e di possibile, conseguente ematoma perioculare.
L’intervento di blefaroplastica superiore è fattibile in anestesia locale ma per la blefaroplastica inferiore è necessaria almeno una lieve sedazione (anestesia locale assistita).
Dopo circa dieci giorni sarà scomparso tutto il gonfiore e gli eventuali ematomi superficiali, e il paziente potrà mostrarsi agli altri senza presentare esiti. Le cicatrici risulteranno praticamente invisibili.

Lifting viso e collo

Questa tecnica chirurgica molto poco invasiva riesce a ridare il profilo dei volumi del viso (in quanto con l’invecchiamento scompare la rotondità e il turgore di guance e zigomi) e a contrastare in maniera naturale il decadimento senile e quindi gravitazionario del viso e del collo.

Rinosettoplastica

La rinosettoplastica è un intervento di chirurgia estetica a cui si ricorre per migliorare la sagoma del naso e per rimodellare il RinoSettoplastica – Setto Deviatoprofilo delle ossa e delle cartilagini che formano il naso e per la correzione delle deviazioni del setto che complicano la respirazione.
Chiunque può ricorrere a questa operazione. Come accade per tutti gli interventi chirurgici, è fondamentale però prepararsi scrupolosamente con il medico.
Se il naso deve essere ingrandito si possono aggiungere dei piccoli innesti di cartilagine o osso prelevati dal naso stesso. Se ci sono anche dei problemi respiratori causati da deviazioni del setto nasale , si procede alla rinosettoplastica.
La settoplastica consiste nel riposizionamento del setto cartilagineo e osseo e, se necessario, nella parziale escissione delle parti deviate al fine di favorire il passaggio dell’aria e quindi migliorare l’efficacia respiratoria.

Otoplastica

L’otoplastica è un tipo di procedura di chirurgia estetica molto comune per i bambini e per gli adulti. La maggior parte dei pazienti di otoplastica ha un’età compres a tra i 4 e 14 anni, ma anche un certo numero di adolescenti e di adulti si sottopone all’otoplastica.
L’otoplastica può correggere l’eccesso di cartilagine dei padiglioni auricolari e la sua forma, cioè il difetto comunemente noto come “orecchie a sventola”. Inoltre è possibile correggere altri particolari dei padiglioni e dei lobi, ed eventuali asimmetrie dovute sia a difetti congeniti (la maggior parte dei casi), che a problemi acquisiti in seguito a traumi.

Mentoplastica

Un mento sproporzionato, in eccesso o in difetto, rispetto agli altri parametri del volto conferisce un’immagine generale quasi storpiata, da caricatura.
Nell’immaginario collettivo, la persona rozza ha sempre un mento importante, così come la persona senza carattere è rappresentata con il mento sfuggente. La correzione di questi difetti dona armonia al volto e riporta una nuova sicurezza nella propria percezione di sé.
La dismorfia può essere corretta con la mentoplastica, un intervento di chirurgia plastica “light”, dal punto di vista della tecnica e dell’invasività chirurgica, ma grandioso dal punto di vista del raggiungimento di un’armonia estetica del volto. I risultati della mentoplastica sono permanenti.

Calvizie autotrapianto capelli

L’ alopecia, conosciuta comunemente come calvizie, è un tipo di malattia che si manifesta con la perdita di capelli. La forma più comune di calvizie è uno stato d’assottigliamento progressivo che si presenta negli esseri umani adulti.
Ci sono diversi tipi di alopecia: si parte dalla tipica alopecia maschile o alopecia femminile detta alopecia androgenetica, all’ alopecia areata, che coinvolge la perdita di alcuni dei capelli dalla testa, alopecia totalis, che coinvolge la perdita di tutti i capelli della testa, alla forma più estrema, l’alopecia universalis che riguarda la perdita di tutti i capelli dalla testa e dal corpo. I diversi trattamenti per la soluzione dell’alopecia hanno sempre avuto poco successo. Attualmente vi sono molti tipi di soluzione e con diversi costi.
Le implicazioni psicologiche dell’alopecia non sono poche: l’ansia e la depressione sono i primi effetti e possono in molti casi arrivare fino alla perdita di identità. La perdita dei capelli è a volte la conseguenza del trattamento di chemioterapia.

Lifting coscie / braccia

Questi interventi di lifting sono rivolti a migliorare il cedimento della pelle nelle braccia e nell’interno delle cosce. Una perdita del tono cutaneo con smagliature e pieghe cadenti è frequente dopo un forte dimagrimento. Problemi analoghi accompagnano spesso l’invecchiamento.
Il Lifting delle Braccia richiede una incisione sulla superficie interna dell’arto superiore che lascia una cicatrice residua che si evidenzia solo nei movimenti di sollevamento.
Nel Lifting delle Cosce la cicatrice resta nella piega inguinale e può essere del tutto inapparente.
Questi modellamenti rimuovono la pelle afflosciata in eccesso su braccia e cosce e sono spesso accompagnati da una liposcultura che permette anche lo snellimento della parte rimuovendo gli accumuli di grasso.
Gli interventi di lifting di braccia e cosce sono effettuati spesso in anestesia locale o loco-regionale e richiedono una convalescenza di alcuni giorni. Nelle prime due-tre settimane si deve condurre una vita tranquilla facendo attenzione a non sforzare la parte operata. L’evidenza delle cicatrici definitive dipenderà molto dal comportamento del paziente.

Addominoplastica

Lo scopo dell’intervento di addominoplastica è appiattire un addome prominente, eliminando la pelle ed il grasso in eccesso, ridando tono alla parete muscolare.
Dermolipectomia addominale, mini addominoplastica, correzione chirurgica dell’addome rilassato ed adiposo, plastica dei muscoli addominali

Microchirurgia cutanea

La Microchirurgia consiste in piccole operazioni di Chirurgia Plastica Ambulatoriale.
La Chirurgia Dermatologica dev’essere effettuata a causa di nei, angiomi, verruche, cisti e lipomi.
La Chirurgia Plastica Ricostruttiva si va ad interessare alla revisione di cicatrici di cattiva qualità.
La Chirurgia Estetica va invece a rimuovere bulbi piliferi, va a correggere macchie cutanee e rimuove o tratta inestetismi cutanei.
Le incisioni di microchirurgia sono piccolissime o quasi invisibili.